Vaginismo non avere paura

Vaginismo: non avere paura!

Il vaginismo è l’impossibilità per la donna di avere rapporti sessuali completi perché dolori e spasmi, provocati da una contrazione involontaria dei muscoli perineali, rendono impossibile la penetrazione.

A dispetto di quanto si pensi, il vaginismo è un disturbo diffusissimo, circa al 15% delle donne che effettuano una visita per difficoltà nel rapporto sessuale viene riscontrato tale disturbo. Cifra che tende ad aumentare se si pensa a tutte le donne, o le coppie, che hanno difficoltà a manifestare di vivere questa condizione.

Molte donne vivono la loro situazione colpevolizzandosi e si rifiutano di confidare il problema al partner per paura di non essere capite. Altre cercano di trovare qualche forma di convivenza con il dolore pur di non parlarne a nessuno, tantomeno al ginecologo. In questo modo il problema continua a rimanere nell’ombra creando disagio e sofferenza.

Il vaginismo però è una vera e propria patologia psicofisica. Le cause a monte del suo manifestarsi possono essere tante, da quelle organiche a quelle esclusivamente psicologiche. Le cause di tipo organico, come la vaginite o un herpes genitale, possono essere individuate semplicemente con una visita ginecologica e curate attraverso trattamenti con ovuli, lavande e antibiotici. Nella maggioranza dei casi, però, il problema ha origine nella psiche delle donne e nasce come risposta al timore di provare paura. Questa almeno la spiegazione più comune. In realtà i motivi sono ben più profondi e correlati alle esperienze di vita delle donne che ne soffrono. In assenza di una causa organica, il problema è prettamente psicologico ed esprime il rifiuto della donna al rapporto sessuale perché vive la penetrazione in maniera negativa, nel peggiore dei casi come una violenza. Questa paura, come detto, può essere associata a precedenti esperienze sessuali ed emotive negative, a un’educazione sessuale troppo restrittiva, a motivi religiosi o morali e via dicendo. A volte, le donne che soffrono di vaginismo per cause psicologiche manifestano uno scarso desiderio sessuale e una scarsa eccitabilità, ma molte desiderano ritrovare una vita sessuale appagante.

Ad ogni modo, questa reazione si traduce in spasmi involontari della muscolatura vaginale ai tentativi di prenotazione. Nei casi più gravi, lo spasmo è così forte da determinare la chiusura delle grandi labbra rendendo impossibile l’atto sessuale. Negli altri casi, la penetrazione è talmente dolorosa da non permettere la continuazione e il completamento del rapporto oppure, quando ciò avviene, la donna lo ha vissuto come qualcosa di spiacevole e fastidioso.

Oggi è possibile guarire completamente anche dal vaginismo di natura psicologica. Bisogna però affidarsi alle cure di un esperto. Con la psicoterapia è possibile superare le cause che sono all’origine di questa sensazione di paura che impedisce di vivere serenamente il rapporto con il proprio partner.

Potrebbe piacerti anche...