Testosterone nuove ipotesi all orizzonte

Testosterone: nuove ipotesi all’orizzonte

Bassi livelli di testosterone non è detto che intacchino la salute sessuale

Il testosterone è tra i più importanti ed attivi ormoni maschili in quanto regola e condiziona la vita e la salute, compresa quella sessuale, dell’uomo. Il testosterone viene viene prodotto nei testicoli attraverso un processo basato su una serie di stimolazioni ormonali impartite direttamente dal sistema nervoso centrale.

Un livello considerato “nella norma” di testosterone nell’organismo maschile si aggira intorno ai 300-1100 ng/dl per litro di sangue ma, con l’avanzare dell’età e a partire dai 40 anni, il testosterone diminuisce di circa l’1% secondo un regolare e normalissimo processo di invecchiamento dell’organismo. Una diminuzione di testosterone è invece considerata “anomala” quando si verifica prima dei 35/40 anni.

Tuttavia, una recente ricerca pubblicata sul Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism, sostiene che un abbassamento dei livelli di testosterone in età precoce non necessariamente comporta rischi per la salute sessuale e generale dell’uomo.

Testosterone: nuove teorie mettono in discussione le vecchie ricerche

I vari studi condotti sino ad ora a riguardo del più importante degli ormoni maschili, ovvero il testosterone, hanno sempre sostenuto che bassi livelli di testosterone corrispondono, in molti casi, ad un peggioramento della salute sessuale. Inoltre la ricerca, a seguito di anni di studi, è giunta alla conclusione che gli uomini con bassi livelli di testosterone sono meno longevi rispetto a quelli con più alti livelli dello stesso ormone.

Ma secondo il coordinatore del più recente studio, il dott. Andre Araujo, le ricerche condotte sino ad ora si sono basate su dati scarsi, confusi e poco precisi. Molto spesso, sostiene il ricercatore, i test venivano fatti su uomini ricoverati in cliniche ed ospedali e quindi già affetti da patologie che non necessariamente si riferivano a bassi livelli di testosterone.

Certamente bassi livelli di testosterone aumentano le probabilità di andare incontro a disfunzioni sessuali come l’impotenza ed il calo del desiderio, ma non vi è alcuna prova scientifica che ciò avvenga necessariamente, molto dipende dal soggetto, dalla salute generale dello stesso e da una serie di fattori psicologici, per ovvie ragioni, differenti da uomo a uomo.

Potrebbe piacerti anche...