Rapporto di coppia, non fate più sesso

Rapporto di coppia, non fate più sesso? 10 motivi e 10 soluzioni

Negli Stati Uniti sono in forte aumento i matrimoni bianchi, ovvero quei matrimoni dove si va in bianco ovvero si smette di avere rapporti sessuali. In America, le coppie che rinunciano al sesso sono circa 20 milioni. Questi sono di fati, secondo gli esperti, delle persone che hanno abbandonato i rapporti sessuali da più di dieci anni. Per quanto riguarda l’Italia la situazione non è migliore, sembra che nel nostro paese si sta diffondendo l’idea di considerare il partner come un compagno di stanza, piuttosto che di performance erotiche. Dopo anni di convivenza, la passione svanisce e l’attrazione cala. All’inizio del rapporto di coppia una sola occhiata bastava a scatenare la libido sessuale poi il tempo logora il rapporto di coppia, gli incontri erotici si diradano sempre di più, fino a scomparire del tutto.

La cosa più grave che deriva dal non avere rapporti sessuali si ha sulla salute ed in modo negativo, si si ammala molto di più, arriva la tristezza ed il nervosismo. In questo articolo sono elencati dieci motivi con dieci relativi rimedi per riconquistare un menage erotico allegro e soddisfacente.

la-vita-immersa-negli-impegni-e-nella-tecnologia1) La vita immersa negli impegni e nella tecnologia

La vita frenetica lascia poco spazio per qualsiasi cosa figuriamoci per il sesso che avrebbe invece bisogno di tempi lenti e rilassanti! La giornata è piena di impegni, il lavoro, le faccende domestiche, i bambini da accudire e accompagnare, la posta elettronica, i contatti sui social network, i rapporti con amici e parenti lasciano pochissimo spazio ed energia ai rapporti sessuali.

Gli esperti consigliano comunque di provare a ritagliare dello spazio per il rapporto di coppia; questo ci rende più attivi ed entusiasti nel fare le altre mille cose della giornata. Dei consigli?!? chiudete a chiave la camera da letto mentre la vostra dolce metà è in un’altra stanza, preparatevi un bagno.

Il lavoro da finire, la collega da aiutare, la casa da riassettare, i bambini da accompagnare. Il ritmo della tipica stressante giornata piena di impegni è sempre lo stesso. Dopo aver lavorato, pulito, accudito, tenuto contatti sui social network, chiacchierato con le amiche e curato i rapporti con i suoceri, il tutto dalle 7 alle 23, è difficile che si abbia ancora qualche residuo di energia per impegnarsi in acrobazie erotiche. Il consiglio degli esperti è quello di tentare, con le buone o con le cattive, di ritagliarsi uno spazio per sé. Chiudete a chiave la camera da letto (con il partner dentro, non mentre lui è in cucina), preparatevi un bagno caldo e riempite l’atmosfera con gocce di essenza di ylan-ylang, che è rilassante e afrodisiaca.

camera-da-letto2) L’importanza della camera da letto

E’ molto importante avere un letto che favorisca ad avere rapporti sessuali. Sono quindi due i fini di una camera da letto: dormire e fare sesso. La tecnologia (TV, computer, palmari, ipad, ipod o playstation) dovrebbe essere vietata in camera da letto perchè toglie la giusta attenzione tra i patner. Anche i problemi e le pratiche dell’ufficio non devono essere portate a casa, il letto non è un ufficio! E’ invece molto importante curare l’aspetto della camera da letto, la biancheria deve essere scelta con cura evitando paperino, i cuccioli di cane e gli angioletti; vanno evitati pizzi e i ricami ereditati dalla nonna come la valanga di bambole e peluches sul letto. L’immaginazione e fantasia erotica vanno aiutate e non soffocata per sempre.

3) Il vostro corpo non vi piace

Le donne delle vere esperte nel trovarsi fuori i difetti fisici come il seno troppo piccolo o troppo grosso, il sedere troppo piatto o troppo largo…. se il problema vostro è il sovrappeso e non vi sentite sexy esistono solamente due strade: o cominciate ad amarvi come natura vi ha fatto magari chiedendo al vostro partner di farvi dei complimenti sui vostri punti di forza oppure vi fate da fare con dieta e sport.

D’altronde bisogna riconoscere il fatto che ogni persona ha pregi e difetti e pure i lati negativi rendono “unica” una persona!

farmaci-e-medicine4) Farmaci e medicine abbassano il desiderio sessuale

Molte medicine e vari metodi contraccettivi anche se sembrano innocui hanno invece ripercussioni negative sul desiderio sessuale all’interno della coppia. Un contraccettivo orale che doveva sostituire l’odiato preservativo, la pillola contro il mal di testa, le gocce per l’ansia, la pastiglia per il raffreddore, lo sciroppo per la tosse, la contraccezione ormonale, possono concorrere ad interferisce con il livello della libido ed abbassare il desiderio sessuale.

Il rimedio è semplice, basta andare dal proprio ginecologo e farsi consigliare un metodo contraccettivo che non abbia effetti negativi sulla libido. Poi se non sono degli “aiuti erotici” togliete dal comodino tutte quelle pomate, intrugli e pozioni che complicano e tolgono tempo al rapporto di coppia. Importante è invece praticare sport che toglie pastiglie e ansie. Il sesso è la migliore medicina perchè aiua a rimuovere lo stress combatte il mal di testa e fa respirare meglio.

5) I periodi di crisi del vostro lui

Stress e pressione da lavoro, stanchezza fisica, problemi economici possono indurre l’uomo ad un periodo di crisi abbassando quindi il desiderio sessuale; in questi periodo è importante rassicurare il partner e aspettare che il tempo risolvi da solo il problema. Se la cosa persiste è bene chiedersi se trattate l’uomo come uno zerbino e se ad ogni occasione ribadite la sua incapacità esistenziale; fatevi quindi un esame di coscienza e trattatelo meglio!

il-periodo-prima-della-menopausa6) Il periodo prima della menopausa

Nella vita di una donna il periodo che precede la menopausa si verifica una modificazione ormonale con conseguenze negative di vario tipo che vanno ad alterare il rapporto di coppia: umore triste, poca lubrificazione , vampate e secchezza delle mucose. In questo modo i rapporti diventano difficili e dolorosi. Alcuni esperti consigliano di prendere in considerazione una terapia ormonale sostitutiva e scegliere un lubrificante intimo che lenisce i dolori e favorisce la penetrazione.

7) L’ansia da prestazione

Capita molto spesso che il rapporto sessuale all’interno di una coppia sia visto unicamente come pure prestazione sessuale, con effetti di ansia su entrambi i partner. La soluzione è “semplice” e basta introdurre degli aspetti romantici, aprirsi al dialogo, parlare di ciò che vi piacerebbe fare e fargli durante il rapporto sessuale: è un gioco che serve ad aumentare il desiderio sessuale. Ricordate poi che durante l’amplesso, non tutti amano le chiacchiere.

la-depressione8) La depressione

Purtroppo può capitare di cadere in depressione e di aver quindi bisogni di psicofarmaci per uscirne. Capita però che gli antidepressivi hanno effetti negativi sul desiderio sessuale e sulla opportunità di raggiungere l’orgasmo. E’ quindi importante avvertire il proprio medico che vi potrà modificare la cure prescritta contro la depressione.

Un’alternativa ai farmaci è la psicoterapia, meno veloce ma meno pericolosa e più duratura. Anche lo sport può aiutare, ossigena i tessuti e favorisce l’afflusso di sangue ai genitali.

9) Malattie e stanchezza

Molte malattie uccidono la vostra libido e desiderio sessuale; è quindi molto importante risolvere prima le varie malattie prima di combattere e provare mille metodi per migliorare il desiderio sessuale. Basta andare dal medico e trovare la giusta cura. In molti casi la libido può dipendere da un malfunzionamento della tiroide oppure da una patologia che vi provoca stanchezza e affaticamento, come diabete o artrite reumatoide.

il-vibratore10) Il vibratore

Il vibratore può essere visto come una dolce evasione e a volte nei momenti di crisi può aiutare ma se il pensiero diventa ricorrente ed ossessivo forse è meglio fermarsi e parlarne con lo specialista. Come rimedio a questo problema si possono introdurre nuovi giochi o posizioni differenti nel rapporto sessuale oppure presentare il vibratore al vostro lui…potrebbero fare amicizia.

Potrebbe piacerti anche...