La valigetta del turista

La valigetta del turista per i contrattempi della salute

Per partire, accanto a costumi, pinne ed occhiali premuniamoci, soprattutto se si va all’estero, di alcuni farmaci e presidi medici che possono esserci utili, sperando anche di non doverli usare.

Questo è l’elenco dei farmaci utili. Ognuno poi, può scegliere quelli che ritiene più necessari:

  • antidolorifici e antifebbrili
  • cerotti, bende e garze
  • termometro, forbici e pinzette utili se ci si ferisce con qualche pianta o animale aculeato
  • un antistaminico e un cortisonico per uso locale, per eventuali punture di insetto, prurito o orticaria
  • un antinausea per la macchina o l’aereo
  • un repellente per insetti
  • un collirio monodose a base di eufrasia e camomilla per irritazione dovuta a colpi di vento
  • gocce per le orecchie
  • un antifungino per uso locale
  • creme con filtri solari adatti alla meta
  • profilattici (è bene acquistarli di buona qualità perché la temperatura elevata è la nemica numero uno della sua integrità)
  • in caso di mete tropicali: farmaci antimalarici per la profilassi (rivolgersi alla propria ASL)
  • integratori minerali (polase, mgkvis, ecc.)
  • sostanze per potabilizzare l’acqua (amuchina)
  • un antibiotico a largo spettro (su prescrizione medica)
  • un antibiotico intestinale (se prescrizione medica)

A questo punto non mi resta che augurarvi buon viaggio e buone vacanze.

P.S. Portatevi, però, anche il superfluo per divertirvi!

Potrebbe piacerti anche...