Scattailgusto

Italiani doc buongustai e molto pittoreschi

Noi italiani siamo noti per essere buongustai, per apprezzare i sapori di una terra generosa di aromi e materie prime che elaboriamo in piatti succulenti.

E sarà forse la ricchezza e la varietà dei cibi che giustifica e assolve la nostra scarsa conoscenza dei nomi propri del campo gastronomico.

Secondo l’indagine condotta da ‘Vie del gusto’, mensile di turismo ed enogastronomia, su un campione di 1.300 uomini e donne di tra 18 e 55 anni, gli italiani non dimostrano di conoscere alimenti e piatti della tradizione.

Ecco alcuni esempi delle perle di poca saggezza che abbiamo pronunciato:

  • la dieta mediterranea è un’alimentazione ipocalorica a base di pesce;
  • la tinca un buon vino delle Langhe o come alternativa più colta una deformazione dell’osso della gamba, confondendolo con la tibia;
  • la parmigiana ovviamente è un piatto tipico a base di parmigiano o tuttalpiù un abitante di Parma.

Un pò imbarazzati da una parola osè come culatello, abbiamo cercato di spiegare che trattasi del culetto di bambino o parte anatomica di una bella ragazza.

Il capocollo è nientemeno che la parte superiore del collo di un uomo, mentre il salame felino è senza dubbio preparato con carne di gatto e l’aceto balsamico è un prodotto al quale si aggiungono erbe balsamiche di montagna.

Il datterino è un piccolo dattero o, per chi è più sofisticato, un dolcetto egiziano.

Questi scivoloni sulle bucce di banana sono tutto sommato peccati veniali più che assolvibili rispetto alle pattinate di ignoranza di alcuni nostri parlamentari e politici ben più gravi (ricordiamo tutti le interviste di cultura generale fatte dalle Iene nel 2016 e coloro che confondevano il Darfur col Fast Food).

Sono anzi immagini colorite pittoresche e molto divertenti questi errori enoculinari che non fanno male a nessuno.

E poi dal momento che nello stomaco c’è buio, non è poi così necessario sapere i nomi esatti di ciò che mangiamo, meglio saperli assaporare e gustare, apprezzando i buoni sapori di terra, di mare e di sole che lambiscono le nostre regioni.

Potrebbe piacerti anche...