Herpes genitale

Herpes genitale e malattie sessualmente trasmissibili: un rischio per l’estate

Herpes genitale: arriva l’estate e aumentano i rischi!

Con l’arrivo dell’estate triplica il rischio di esporsi a malattie sessualmente trasmissibili tra cui rientra anche l’herpes genitale, infezione fastidiosissima e imbarazzante sia per lui che per lei.

Il rischio di contrarre l’herpes genitale, o altre malattie sessualmente trasmissibili, aumenta nel periodo estivo poiché è proprio il caldo a fomentare la proliferazione di batteri e virus. Inoltre, è proprio l’estate che porta a maggiori rapporti occasionali, in quanto le vacanze liberano da pensieri ingombranti lasciando spazio alla voglia di divertirsi! Purtroppo però, non prendere le dovute precauzioni durante i flirt estivi, può comportare rischi non poco rilevanti, e che talvolta potrebbero pregiudicare la propria vacanza e i propri progetti per l’estate.

Herpes genitale e malattie sessualmente trasmissibili: è necessario prevenire

L’infettivologo bresciano Gianpiero Carosi, conferma che in estate il rischio di contrarre malattie sessualmente trasmissibili, tra cui l’herpes genitale, aumenta sensibilmente in quanto l’informazione e l’educazione sessuale risulta scarsa e mancano le dovute precauzioni durante i rapporti sessuali e non solo. Ad esempio molti non sanno che proprio l’abbigliamento estivo (ridotto e leggero) facilita la comparsa di infezioni ed herpes genitale. Anche continue docce abbinate all’uso di detergenti aggressivi incentiva la comparsa delle malattie sessualmente trasmissibili, per non parlare dell’uso scorretto del profilattico. Molti infatti credono di essere al riparo impiegando dei preservativi, ma se questi sono stati conservati nel portafogli o nel cruscotto della macchina non sono più tanto sicuri, poiché il caldo deteriora il lattice e ne diminuisce l’azione protettiva.

Così una serie di fattori, uniti assieme, è chiaro che contribuiscono ad aumentare i rischi non solo di contrarre l’herpes genitale, ma anche altre malattie sessualmente trasmissibili come la candida, la clamidia e la gonorrea, fino ad arrivare a malattie sessualmente trasmissibili assai più gravi come Aids.

Il pericolo è maggiore se l’herpes genitale è latente

Gli esperti confermano che l’herpes genitale, ovvero una delle malattie sessualmente trasmissibili tra le più frequenti nel periodo estivo, è assai più pericoloso se latente (inattivo). Infatti, il virus dell’herpes genitale causa delle lesioni genitali più profonde quando non è manifesto, e ciò è confermato anche da una recente ricerca condotta dall’Università di Washington, poi pubblicata dalla rivista Science Translational Medicine.

I ricercatori dopo aver quantificato i parametri virologici dei pazienti volontari affetti da herpes genitale, hanno evidenziato che il livello di virulenza era maggiore quando l’herpes genitale non era visibile mediante dei sintomi specifici e tipici. Inoltre gli studiosi hanno affermato che “l’herpes genitale si conserva all’interno dei nervi dell’organismo che lo ospita in forma latente, ma che a differenza di ciò che si credeva un tempo, questa sua latenza non è affatto innocua”. Infatti la mancanza di manifestazioni evidenti non presume una innocuità e il virus dell’herpes genitale è ugualmente contagioso e se mai anche più pericoloso.

Potrebbe piacerti anche...