Aborto

Termine riferito genericamente all’interruzione della gravidanza spontanea o indotta. Nel primo caso avviene spesso attorno alla 28° settimana di gestazione. Tra le cause eventuali riportiamo ad esempio: malformazioni fetali o uterine congenite, patologie infettive in atto acute o croniche, deficienze metaboliche, prolassi uterini, fibromi. Nella seconda eventualità è regolata dalla legge del 1978, che la consente in caso di rischio per la salute materna, in riferimento a particolari situazioni di disagio economico o familiare, in presenza di gravi anomalie embrionali o per la peculiarità delle circostanze in cui è avvenuto il concepimento.

« Back to Glossary Index

Potrebbe piacerti anche...