Dieta estiva

Dieta estiva

Dieta estiva: si a carne e pesce, ma attenti agli intingoli

Il gelato va bene, ma occhio alle calorie. I consigli del nutrizionista

Il leit-motiv di questi giorni è la dieta estiva. Cosa mangiare per mettersi in forma e per ridurre la pancetta. I consigli sono molti e a volte discordanti. Facciamo il punto con ilprofessor Claudio Tubili, docente della scuola di specializzazione in scienze dell’alimentazione dell’università “La Sapienza” di Roma.

Professor Tubili qual è la dieta estiva corretta?

Gli esperti danno consigli considerando le modifiche del fabbisogno del nostro organismo sottoposto al caldo. D’estate cambia anche lo stile di vita, si hanno più occasioni di mangiare fuori casa e si pratica più attività fisica.

Sostanzialmente il consiglio veramente importante è uno. Serve più acqua. Aumenta il bisogno di liquidi, si suda di più e c’è una traspirazione maggiore. Bisogna quindi bere molto, almeno 2 litri d’acqua al giorno. La sete però non è un segnale valido, soprattutto nelle persone anziane. Quando si riceve il segnale di sete è già tardi e i livelli del calo di acqua sono già sostenuti.
Anche i succhi possono essere un’importante integrazione, mentre insalate, verdure e frutta sono composti per 90 per cento d’acqua e sono anch’essi utilissimi.

Carne e pesce vanno bene?

Non va dimenticato che un pasto abbondante porta affaticamento e si raccomanda di diminuire il consumo di calorie e di alimenti altamente calorici. La carne va bene, purché non sia molto condita con intingoli. Il pesce è una buona scelta anche se non vanno dimenticate le buone regole igieniche. Ora va di moda il pesce crudo e il sushi, ma bisogna accertarsi che sia sempre congelato e che ci sia una corretta bonifica parassitaria.

E il gelato?

Va benissimo, si va dalle 60- 80 calorie di una ghiacciolo ad una quota di calorie simile ad un pasto. Una coppa con panna e crema supera infatti le 400 calorie.
Un pasto più un gelato può comportare quindi un introito calorico eccessivo.

Per quanto riguarda gli integratori?

I sali minerali sono utili per chi suda molto e fa molto sport, soprattutto nella prima parte dell’estate quando la sudorazione è più ricca di sali. In alcuni casi integrare i pasti con potassio e magnesio è quindi importante. Il sodio non serve perché già è presente in una normale alimentazione.
Per quello che riguarda le vitamine valgono le regole che già ci sono tutto l’anno. In generale se si fa una dieta corretta non ce n’è bisogno. Anzi d’estate servono ancora meno perché mangiando più frutta e verdura si introducono più vitamine.

Chi va all’estero?

Bisogna fare attenzione al rischio microbiologici e bere solo da bottiglie sigillate.
Vanno selezionati anche molto i posti dove si va mangiare.

Potrebbe piacerti anche...