Ciclo ovarico

Ciclo ovarico: Predispone a infezioni da candida e malattie vaginali

I giorni di ovulazione rendono le donne vulnerabili… anche al virus influenzale

Durante i giorni di ovulazione le donne sono maggiormente predisposte alla contrazione di malattie veneree, in modo particolare alle malattie vaginali e all’infezioni da candida. Questa “vulnerabilità” femminile dipende in gran parte dall’indebolimento delle difese del sistema immunitario, causato dal ciclo ovarico, ovvero al periodo in cui la donna è più fertile.

Inoltre, secondo un recente studio, che ha visto la collaborazione di ricercatori spagnoli e austriaci, le donne , oltre ad essere più a rischio per la contrazione di infezioni da candida o di varie malattie vaginali, sarebbero anche più suscettibili ad altri tipi di virus come quello influenzale.

Infezioni da candida e malattie vaginali: il ruolo del ciclo ovarico

Gli esiti di numerosi studi, compreso quello condotto dal dottor Miguel Relloso, ricercatore del Laboratorio di Inmunobiologia Molecolare presso l’ospedale Gregorio Marañón e Università Complutense di Madrid (Spagna), suggeriscono che il ciclo ovarico giochi un ruolo di fondamentale importanza nella comparsa delle malattie vaginali e delle infezioni da candida.

Per l’esperto, nei giorni di ovulazione, il sistema immunitario della donna si indebolisce, ma ciò avviene per un fine ben preciso che è quello riproduttivo. Infatti il ciclo ovarico abbassa le difese del sistema immunitario per consentire maggiori possibilità di fecondazione agli spermatozoi, di conseguenza meno minacciati dalla risposta immunitaria dell’organismo.

Infatti, durante lo studio condotto su modello animale, si è potuto evincere il ruolo dell’estradiolo, un ormone sessuale che incide sulla risposta immunitaria rendendo molto più facile l’attacco di virus e batteri responsabili di infezioni da candida ed altre innumerevoli malattie vaginali.

Nei giorni di ovulazione attenzione ai rapporti sessuali non protetti

Le teorie del dottor Relloso spiegherebbero perché, durante i giorni di ovulazione, le donne soffrano di infezioni da candida o siano soggette alla recidività delle malattie vaginali. L’esperto fa inoltre notare che, nei giorni di ovulazione, quando la donna è più fertile, aumenta anche il rischio di contrarre malattie a trasmissione sessuale “importanti” come l’HIV o l’HPV.

Pertanto, se non si sta programmando una gravidanza, il dottor Relloso consiglia di non avere rapporti sessuali non protetti durante i giorni di ovulazione, in quanto, se da un lato il ciclo ovarico permette allo sperma di sopravvivere il tempo necessario alla fecondazione, dall’altro lato apre le porte a malattie vaginali, a infezioni da candida e a virus pericolosissimi di cui spesso lo sperma si fa portatore.

Potrebbe piacerti anche...